S. Martino

La ricorrenza di San Martino è stata nell’ultimo weekend l’occasione per ripartire, con la fiducia di ritrovarci per condividere ancora dei bei momenti insieme.

Grazie a quanti si sono adoperati per la riuscita delle iniziative ed ai numerosi sorrisi di chi ha partecipato.

Circolo S. Maria Assunta A.P.S.

Domenica 6 giugno 2021 si è svolta l’annuale Assemblea dei Soci del Circolo. Oltre all’approvazione dei bilanci è avvenuta la votazione per il rinnovo del Direttivo composto da 15 soci. Lunedì 7 giugno i 15 Consiglieri neoeletti, che resteranno in carica da giugno 2021 ad aprile 2025 cioè nei quattro anni dal 2021 al 2024, hanno definito le cariche sociali.

La composizione del nuovo Direttivo è la seguente:

Presidente: Bellotto Pierluigi              Vicepresidente: Bovo Daniele

Segretario: Cappuccini Renato

Tesoriere: Boschetto Livio

Gli altri consiglieri sono: Bortolotto Stella, Boschetto Gianni, Calzolari Katiuscia, Donà Ivano, Gallo Giulia, Pescarolo Andrea, Pirolo Matteo, Rossi Davide, Sanginario Patrizia, Zanovello Valerio e Zulian Silvia.

Si ringraziano tutti i consiglieri del precedente Direttivo per l’ottimo lavoro svolto, come è stato sottolineato in Assemblea, e facciamo gli auguri a tutto il nuovo Direttivo per l’incarico che porteranno avanti nel prossimo quadriennio a favore della Comunità.

Cosa vuol dire “BUON VICINATO”, ed in concreto… cosa si sta facendo?

“ho avuto fame, ho avuto sete…” (Mt 25,35-40) 

.

Costruiamo insieme la rete di aiuto e solidarietà che una Comunità cristiana deve mettere al primo posto! 

Come puoi collaborare? Istruzioni per l’uso:

  • Segnala situazioni di bisogno di tua conoscenza chiamando il numero dedicato, oppure inviando una mail all’indirizzo della Parrocchia;
  • Porta generi alimentari a lunga scadenza in chiesa alla seconda domenica del mese;
  • Con un tuo contributo economico nella terza domenica del mese oppure su conto corrente (i dati li trovate sui volantini);
  • Aiuta direttamente un tuo vicino di casa, secondo i bisogni.

La Parrocchia intende avviare anche una Adozione di vicinanza per personalizzare l’aiuto alle famiglie fragili con minori.

Contiamo davvero sulla Vostra generosità!  GRAZIE.

.

Come reso noto in precedenti occasioni e riportato più volte nel nostro bollettino, la Parrocchia ha aderito all’iniziativa diocesana “La Carità nel tempo della fragilità” che si esplica mediante la pratica del Buon Vicinato e a raccolta di offerte per il Fondo di Sostegno Sociale (ogni 3a Domenica del mese) Il Fondo viene utilizzato in favore di famiglie in oggettiva difficoltà economica mediante il pagamento diretto di utenze, affitti, visite mediche, rette scuola infanzia.
Rinnoviamo pertanto l’invito a:
– Segnalare situazioni di bisogno chiamando il numero dedicato (347.9278274) oppure inviando una mail all’indirizzo della Parrocchia (parrocchia.rubano@virgilio.it);
– Aiutare direttamente il tuo vicino di casa, secondo i bisogni;
– Portare generi alimentari a lunga scadenza in chiesa alla seconda domenica del mese;
– Contribuire, secondo le possibilità personali, con un aiuto economico mediante offerta in chiesa o donazione su conto corrente della Parrocchia: (Iban: IT55 O030 6909 6061 0000 0077 862).

Sinora il Fondo ha effettuato n. 10 interventi a sostegno di situazioni di disagio, per una uscita di cassa di euro 3.372,70 destinati per la più parte al pagamento, da parte della Parrocchia, di utenze scadute e, a volte, prossime alla sospensione.
Vi ringraziamo, anche a nome dei beneficiari, della Vostra generosità!

Convenzione AVVENIRE

LA CARITA’ NEL TEMPO DELLA FRAGILITA’

È questo il titolo di un documento redatto collettivamente da varie persone, con i contributi degli Uffici diocesani, delle presidenze del consiglio pastorale diocesano, del Consiglio Presbiterale dei vicari foranei e del Consiglio Episcopale; è insomma un documento corale della diocesi e donato alle parrocchie perché lo facciano proprio, sensibilizzando tutta la comunità alla carità, vero distintivo del cristiano in quanto vero volto di Dio (cfr. “Deus Caritas est” di Benedetto XVI).

Partendo dalla pandemia che ha colpito il mondo intero e prendendo spunto dai capp. 27 e 28 degli Atti degli Apostoli, il documento ci invita a riscoprire la Carità verso le persone fragili, tenendo presente che accanto alle consuete fragilità (es. povertà, mancanza del lavoro, mancanza di istruzione, immigrazione ecc.) ce ne sono altre provocate dalla pandemia (es. difficoltà nel gestire i figli che non frequentano la scuola in presenza, mancanza di sicurezza del posto di lavoro, difficoltà di relazione per le persone sole ecc,). Senza entrare nel dettaglio del documento ma presentandolo a grandi linee (più in basso c’é il link al testo integrale) vediamo che le comunità sono invitate ad esercitare la carità verso i più fragili con due grandi modalità:

“Dove vuoi che prepariamo la Pasqua?” (Mt. 27, 17_19)

.

Anche quest’anno ai di gruppi di I.C. è stato proposto, per il periodo di Quaresima, la creazione nella propria casa dell’“angolo bello”, uno spazio di ritrovo e preghiera in famiglia. L’iniziativa è stata accolta con grande partecipazione ed entusiasmo come si può vedere dalle numerose foto arrivate!

.

Buona SETTIMANA SANTA a tutti

Le catechiste

.

P.S.

Aggiungiamo di seguito i bellissimi lavori pervenuti fin’ora.

Comunicazione da don Danilo e dal Consiglio Pastorale

Il sostegno della Diocesi per l’attuale emergenza sanitaria:


È un progetto promosso dal Vescovo Claudio che ha suddiviso tra le Parrocchie parte della somma (ex 8 per mille) che la CEI aveva destinato alla Diocesi per l’emergenza sanitaria.
Nello stesso tempo il Vescovo chiede alle varie Comunità Parrocchiali di (possibilmente) raddoppiare la somma ricevuta, mediante una specifica raccolta fondi al fine di aumentare le
possibilità di aiuto economico nei confronti delle persone, in questo momento, più “fragili”.
L’auspicio del Vescovo Claudio è che la Comunità tutta, apra gli occhi sulla propria realtà sociale e che ogni cristiano colga i bisogni delle persone che vivono accanto a lui. Si faccia operatore di bene con lo spirito del BUON VICINATO mediante l’incontro, la fraternità, l’accoglienza e l’eventuale aiuto materiale per mezzo del Fondo di Sostegno Sociale Parrocchiale appositamente costituito e sostenuto dalla generosità comunitaria.
Anche la nostra Parrocchia – che ha ricevuto dalla Diocesi la somma di € 3.500 – contribuirà all’iniziativa destinando al progetto le offerte che saranno raccolte nella terza Domenica del mese e che saranno devolute agli scopi di Carità e Sostegno Sociale tra cui gli aiuti a famiglie in difficoltà per il pagamento della retta alla nostra Scuola dell’Infanzia.
Per ulteriori informazioni chiamare il n. 347.9278274 oppure vedi l’apposito pieghevole qui allegato e/o rinvenibile alle porte della chiesa.

.

SINODO DIOCESANO: la comunicazione del Vescovo Claudio alla Chiesa di Padova

Come tutti sapete, domenica 16 maggio, il Vescovo Claudio nel pomeriggio, in Cattedrale, celebrerà l’Indizione del Sinodo Diocesano

La nostra Parrocchia, rappresentata da Don Danilo e alcuni delegati, sarà presente nella Chiesa parrocchiale di Montegalda (Vicariati di Abano, Colli, Selvazzano) per partecipare alla celebrazione eucaristica al termine della quale – in collegamento con la Cattedrale – avverrà l’annuncio solenne da parte del Vescovo Claudio di questo grande e storico evento. Pensate il precedente Sinodo fu indetto nel 1947, esattamente 74 anni fa.

In allegato, nella seconda pagina, si acclude la lettera inviata dal Vescovo alle Comunità per illustrare l’evento e per chi volesse approfondire di più, può visionare un esauriente e ben fatto video su youtube:

https://youtu.be/J7QqMs4l6cg

S. MESSE a RUBANO

È possibile partecipare alle Funzioni religiose rispettando però le disposizioni di legge.


Ecco le indicazioni da rispettare, adattate alla nostra Chiesa S. Maria Assunta in Rubano

(Ad ogni Funzione Religiosa ci saranno dei volontari per assistere e dare informazioni)

.

REGOLE COMPORTAMENTALI

PER LA PARTECIPAZIONE ALLE FUNZIONI RELIGIOSE

  1. Nel recarsi in chiesa si dovrà evitare ogni assembramento sia nell’edificio sia nei luoghi annessi e nel sagrato.
  2. È vietato l’ingresso in chiesa ai fedeli con sintomi influenzali respiratori o in presenza di temperatura corporea pari o superiore ai 37,5°C.
    Inoltre, non è consentito l’ingresso a coloro che, nei giorni precedenti, sono stati in contatto con persone positive al virus Sars-Cov-2.
  3. L’accesso alla chiesa sarà contingentato e regolato da volontari muniti di dispositivi di protezione, guanti monouso e segni di riconoscimento. In questa fase è previsto un distanziamento di sicurezza tra i fedeli di metri 1.
  4. L’entrata dovrà avvenire solo dalla porta centrale e l’uscita solo dalle due porte laterali.
  5. All’ingresso sarà obbligatorio:
    indossare la mascherina;
    igienizzare le mani (il gel si troverà su apposito tavolino all’entrata).
    Si andrà poi ad occupare un posto contrassegnato dalla numerazione sul banco avendo cura di rispettare la distanza di sicurezza dagli altri fedeli di almeno un metro laterale e frontale.
    Le persone che abitano insieme dovranno rispettare le norme di distanziamento, fatta eccezione per i bambini che possono stare accanto ad uno dei genitori.
    L’ubicazione dei posti in piedi sarà contrassegnata sul pavimento.

Al momento della Comunione, il sacerdote o l’eventuale ministro straordinario, curata l’igienizzazione delle mani, indossati guanti e mascherina, offrirà l’Ostia consacrata senza venire a contatto con le mani dei fedeli. Per recarsi a ricevere la Comunione si percorrerà a senso unico il corridoio centrale e si farà ritorno dai corridoi laterali.

Non ci sarà lo scambio della pace. Non si potrà disporre di libretti o foglietti per i canti. Non è consentita la presenza del coro.

Anche in uscita e sul sagrato si dovranno mantenere i dispositivi di protezione individuale e la distanza di sicurezza prevista. Si conferma anche in questa occasione il divieto di assembramento.

La confessione avverrà in luoghi ampi e areati, con il distanziamento e la mascherina.
Le acquasantiere si manterranno vuote.

La Goretti non si ferma!

1-. Le dottoresse informano sul Virus con Corona.

La Goretti non si ferma. Le dott.sse informano sul virus con corona.

Attenzione attenzione le maestre sono a scuola ma i bambini non ci sono! Chi arriverà per sostenerle in questo momento difficile?!?1 episodio di "La Goretti non si ferma. Le dott.sse informano sul virus con corona"

Pubblicato da Scuola dell'Infanzia S.M. Goretti su Mercoledì 4 marzo 2020