Return to La Scuola

Regolamento

______________________________________________________________________

LA SCUOLA NEL REGOLAMENTO

anno scolastico 2019/2020

La conoscenza del regolamento interno è una condizione importante ai fini:

della conoscenza della famiglia che il bambino frequenta una “scuola pubblica paritaria” (Legge 62/2000);

ai fini della consapevolezza che i genitori accettano e condividono l’ispirazione cristiana della scuola stessa. La famiglia è la prima responsabile dell’educazione dei figli, aiutata, in questo importante compito, dalla Scuola. I genitori, quindi, hanno il dovere di partecipare attivamente alla vita della scuola;

per un miglior funzionamento dell’organizzazione scolastica e delle relazioni tra scuola e famiglie.

La Scuola dell’Infanzia Paritaria “Santa Maria Goretti”, (di seguito denominata Scuola) è espressione della comunità parrocchiale e accoglie tutti i bambini nel rispetto dei principi ispiratori della scuola paritaria.

La famiglia è il luogo primario e privilegiato per l’apprendimento; la scuola e la famiglia sono educatori del bambino (per bambino si intende sia il bambino che la bambina).

La scuola dell’infanzia, mettendo al centro dell’educazione la PERSONA, è orientata ad offrirsi come:

  • istituzione educativa;
  • ambiente finalizzato alla formazione integrale della personalità infantile (umana e cristiana);
  • luogo di incontro e di dialogo con le famiglie sull’esperienza pedagogica dei propri figli;
  • opportunità, per quanto possibile, di armonizzare i valori fondanti degli interventi educativi scolastici con quelli familiari;
  • momento di crescita formativa per tutti gli attori scolastici (insegnanti, genitori, etc.).

Tale offerta presuppone la consapevolezza, da parte delle famiglie che iscrivono i propri figli alla Scuola, di dover assumere di un ruolo attivo e responsabile nei confronti di tutti gli aspetti organizzativi, educativi, morali, sanitari e culturali mediante la propria presenza e il coinvolgimento in tutte le attività proposte.

Per una approfondita conoscenza dell’offerta formativa proposta dalla Scuola si rimanda al P.T.O.F. (Piano Triennale dell’Offerta Formativa).


ORARIO DELLA SCUOLA
La nostra scuola è aperta dalle ore 7.30 alle ore 16.00. Sino alle 18.30 per i bambini che usufruiscono del posticipo d’orario.
L’entrata è organizzata   dalle 07.30 alle  08.50
L’uscita    “ “           dalle 15.40 alle  16.00, salvo posticipo di cui si dirà in seguito.
Se necessario, i bambini possono uscire dalle 13.00 alle 13.15 previa comunicazione alle insegnanti.
Agli effetti della responsabilità  “in vigilando”:
i bambini devono essere affidati ad un insegnante;
gli insegnanti possono affidare i bambini solo ai genitori e alle persone da essi delegate e autorizzate  (meglio se presentate con anticipo agli insegnanti);
all’uscita i genitori o loro delegati dovranno salutare  le insegnanti comunicando di avere preso in consegna il bambino.

Confidiamo nella collaborazione dei genitori per il rispetto scrupoloso degli orari prefissati.
Eventuali ritardi devono essere comunicati alla Direzione della Scuola.

NON E’ CONSENTITO FERMARSI IN GIARDINO DOPO AVER RITIRATO IL BAMBINO

UNA GIORNATA A SCUOLA
La scuola funziona dal lunedì al venerdì.
La giornata scolastica si articola in funzione dei tempi e di ritmi del bambino: prevede momenti di gioco spontaneo ed organizzato, in piccoli o grandi gruppi, momenti per le attività didattiche in sezione o in intersezione.
 
ESEMPIO DI UNA GIORNATA TIPO:
– Ore 08.00 / 08.50 = Accoglienza. E’ svolta in sezione, in salone o in giardino alla presenza delle insegnanti.
– Ore 09.00 / 09.30 = preghiera, canti e giochi guidati in salone tutti assiemeOre  9.30 – 11.00 =  Attività. Sono quotidianamente proposte ai bambini per gruppi omogenei o eterogenei; mirano a potenziare le abilità linguistiche, grafiche, pittoriche, intellettuali ed espressive programmate e verificate periodicamente dal gruppo docenti.Ore 11.15 – 11.30 = Bagno. In questo momento i bambini sono educati al corretto uso dei servizi igienici nel rispetto delle esigenze collettive. Non viene tralasciata l’educazione igienico – sanitaria e l’importanza che quest’ultima ha per la salute dei bambini.Ore 11.30 – 12.30 = Pranzo. E’ realizzato in classe per consentire alle insegnanti un approccio educativo più individualizzato.Ore 12.30 – 13.30 = Attività libera. In salone o in giardino, alla presenza di tre insegnanti i bambini scelgono liberamente i giochi e il gruppo di amici con cui eseguire l’attività ludica.Ore 13.30 – 13.45 = Bagno (v. precedente).Ore 13.45 – 15.00 = Lavoro in sezione – riposo. Sono proposte attività legate al lavoro educativo-didattico fatto al mattino. I più piccoli riposano assieme in salone.Ore 15.00  = MerendaOre 15.40 – 16.00 = Uscita. I bambini aspettano i genitori in sezione o in giardino con le insegnanti.Ore 16.00 – 18.30= Attività extrascolastiche

SERVIZIO DI ANTICIPO SCOLASTICO: 07.30 – 08.00    SERVIZIO DI POSTICIPO SCOLASTICO (regolare o saltuario) : 16.00  – 18.30

Il cancello sarà CHIUSO definitivamente alle ore 09.00. Dopo tale orario i bambini, che hanno sempre e comunque il  diritto di poter frequentare, potranno entrare a scuola alle ore 11.00 cioè al termine dell’attività didattica del mattino e ad un orario compatibile con gli orari e la scansione delle attività scolastiche.